La quiete del posto e la “storia” che ne trasuda è sicuramente un mix che aiuta a fermarsi e ritrovare un pò se stessi. E’ quindi il luogo ideale per cercare ispirazioni di varia natura;  d’altra parte ammirando lo stesso golfo posto proprio di fronte, dominato dal Vesuvio e da Capri, ischia,  sono stati ispirati in passato il tenore Enrico Caruso e più recentemente Lucio Dalla che compose la celeberrima canzone al primo dedicata.


Alcuni Cenni Storici

La Marina della Lobra è un antichissimo centro religioso e mercantile per i traffici marittimi con Napoli ( Porta di Massa ) e deve il suo nome al “ Delubrum" ,  il tempio sacro di Ecate o Proserpina, sui cui resti fu poi innalzata la prima sede dell’episcopato lubrense - o Lobrano - nel XII secolo. Accanto al convento dei frati minori sorge la cinquecentesca chiesa di S. Maria della Lobra edificata sulle rovine di un tempio paleocristiano. Inizialmente esisteva solo la chiesa di Santa Maria della Lobra posta proprio sul mare che, dopo la distruzione di Massa Lubrense nel 1465 ad opera dei saraceni, fu anche elevata a cattedrale.

Nel 1512 la sede vescovile fu trasferita in altro sito (chiesa di S.M. delle Grazie) ed essendo la chiesa della Lobra in condizioni pessime per la vicinanza al mare e troppo esposta alle incursioni saracene, fu spostata più in alto nella sede attuale e affianco vi fu costruito l’attuale convento . Per cui si deve ritenere quest’ultimo ultimato non più tardi del 1530 .

Nella costruzione è stata anche inglobata una torre di avvistamento del secolo precedente, e nell’attuale stanza ancora esistente sono ancora visibili le feritoie che consentivano di guardare verso il basso e di colpire i nemici con frecce o sassi.
Le continue incursioni piratesche indussero anche i frati ad adattare le loro coltivazioni interne in modo da utilizzare i frutti per la sopravvivenza in caso di assedio. Ed è da allora che viene ancora mantenuta la tradizione di mantenere delle piante di banano, non proprio tipiche delle nostre latitudini, sia nel chiostro che nel giardino interno.